Alleanza delle Cooperative Italiane - Filiera del rifiuto tessile

Da circa 30 anni le Cooperative Sociali Italiane operano nella raccolta degli indumenti usati senza scopo di lucro e offrendo importanti opportunità di inserimento lavorativo a soggetti svantaggiati.

Negli anni si sono sempre più qualificate e hanno assunto una dimensione industriale attraverso:

- l'ottenimento di certificazioni ISO

- l'adeguamento ad articolati dettami normativi

- la partecipazione a gare d'appalto

- la formazione sempre più specifica per i propri lavoratori

- la commercializzazione sia al fettaglio sia all'ingrosso

- l'avviamento di collaborazioni a livello transnazionale.

Il pacchetto di Direttive Europee sull'Economia Circolare prevede che ogni stato membro entro il 1 gennaio 2025 debba istituire la raccolta differenziata dei rifiuti tessili.

Il legislatore italiano ha anticipato tale obbligo al 1 gennaio 2022.

Si tratta di un importantissimo cambio di passo e le Cooperative Sociali intendono farsi trovare pronte.

A questo scopo è stato costituito un Gruppo di Lavoro nell'ambito dell'Allenaza delle Cooperative Italiane Sociali affinchè il legislatore e gli Enti regolatori tengano in considerazione il punto di vista di chi opera nel settore senza scopo di lucro sostenendone la continuità operativa che rischia di essere messa a repentaglio da un prematuro avvio delle raccolte differenziate senza che si siano coordianti i diversi sistemi ERP a livello europeo.

Gli interrogativi su come si intenderà affrontare uno scenario che porterà a grandissimi quantità di rifiuto da raccogliere e sottoporre a trattamento, sono molteplici, ma la Cooperazione Sociale è convinta che si potranno generare ulteriori opportunità di lavoro e di solidarietà nei confronti delle fasce più deboli.

Città Solare opera in questo settore fin dal 1997 e fin dal suo esordio ha sempre accolto le nuove sfide ad oggi è più che mai pronta al cambio di passo.

In più di vent'anni di attività Città Solare ha:

- contribuito a ridurre la quantità di rifiuto secco non riciclabile;

- raccolto 15.000 tonnellate comportando un risparmio della tassa ambientale pari a 3.000.000€;

- impiegato lavoratori in situazione di svantaggio, assunti regolarmente e nel rispetto del ccnl di settore;

- assunto 54 dipendenti svantaggiati e avviato 58 percorsi di tirocinio in favore di persone in situazione di grave marginalità;

- contribuito al fondo straordinario di solidarietà;

- introdotto dal 2016 Città Solare l'utilizzo dei cassonetti di 1° generazione con porta girevole antintrusione che elimina il degrado causato dai furti.

La cooperativa, inoltre, utilizza la rete Conau: la maggior parte degli indumenti usati viene venduta ad operatori che aderiscono al Consorzio Nazionale Abiti e Vestiti Usati, che garantisce trasparenza ed eticità nel processo di raccolta, vendita e riciclo degli abiti.

 

 

09 Nov 2021
ultimi progetti

OHANA - In famiglia nessuno è solo

Nella cultura hawaiana Ohana significa “famiglia” nel senso più ampio del termine, che include non solo le persone con cui abbiamo legami di parentela, ma anche quelle con le quali abbiamo costruito un rapporto profondo e che ci fanno sentire a casa.

È questo il principio che ispira il progetto Ohana – in famiglia nessuno è solo, che ha l’obiettivo di promuovere l’affido familiare di minorenni migranti soli, accolti nelle strutture di seconda accoglienza, mettendo in campo l’esperienza pluriennale e le competenze maturate sulla tematica dalle associazioni e dai Comuni coinvolti. 

L’iniziativa è coordinata da CNCA, (coordinamento nazionale comunità di accoglienza), in collaborazione con 3 partner nazionali - Refugees Welcome Italia, Opera Don Calabria e Cooperativa Crinali e 18 partner locali tra cui anche Città Solare.

Il progetto intende incrementare il numero di minorenni migranti soli in affido familiare in tutti i contesti interessati e individuare un modello operativo replicabile. 

Ohana – in famiglie nessuno è solo è finanziato dal FAMI – Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 Obiettivo Specifico 1 – Obiettivo nazionale 1 – lett. e – Promozione dell’affido nel quadro del sistema nazionale di accoglienza dei Minori Stranieri non Accompagnati (MSNA) -Prog 3710 25

ultimi progetti

Facilita

FACILITA è un progetto che prevede un insieme integrato di azioni, completamente gratuite per i destinatari, e si propone di favorire il reinserimento sociale e lavorativo di persone in situazione di svantaggio, attraverso l’offerta di interventi di politica attiva del lavoro quali, ad esempio, accompagnamento al lavoro, formazione, attività innovative e interattive, tirocini.

Il progetto è rivolto a 209 persone residenti o domiciliate nella Provincia di Padova.

Offre opportunità di formazione e attività di tipo innovativo ed interattivo, oltre che possibilità di tirocinio e attività di politiche attive del lavoro.

Per sviluppare, aggiornare o valorizzare competenze pregresse vengono proposte3 strade:
FILONE 1 - frequenza di percorso formativo + attività di politiche attive del lavoro + tirocinio di 2 mesi di 30 ore alla settimana
FILONE 2 - frequenza di percorso formativo e attività innovative e interattive
FILONE 3 - frequenza di percorso formativo + laboratorio o outdoor + tirocinio di 2 mesi di 30 ore alla settimana

Per poter partecipare alle selezioni inviare entro l’11 gennaio 2022 alle ore 13.00 via mail all’indirizzo irecoop.lavoro@irecoop.veneto.it (indicando nell’oggetto “Progetto FACILITA”) i seguenti documenti:

  • scheda di adesione (scaricabile sul sito Irecoop) specificando un solo percorso di interesse e debitamente firmata per l'autorizzazione al trattamento dei dati personali
  • curriculum vitae aggiornato con foto e autorizzazione al trattamento dei dati personali
  • copia di un documento di identità e del codice fiscale ed eventuale permesso di soggiorno
  • scheda anagrafico-professionale rilasciata dal Centro per l'Impiego
  • eventuale certificazione ISEE 
ultimi progetti

Recooper

RECOOPER è un rilevante progetto di Economia Circolare: con questo marchio Città Solare raccoglie ed avvia a recupero indumenti usati in buono stato, olio alimentare esausto, sughero, cartucce esaurite, contribuendo concretamente agli obiettivi di raccolta differenziata e di riduzione dello spreco: solo per coop CITTA’ SOLARE sono oltre 1.000 le tonnellate di rifiuto raccolte ed avviate annualmente a riuso e recupero e sottratte quindi alle discariche ed alla termovalorizzazione, in applicazione della gerarchia europea del rifiuto.
Il progetto Recooper, nasce nel 2017 dall’impegno delle cooperative sociali La Fraternità e La Piccola Carovana, attive in Emilia; dal 2021 ha esteso anche al Veneto ed alla Romagna le sue attività, con l’ingresso delle cooperative sociali Città Solare di Padova e La Formica di Rimini. Insieme, le cooperative sociali riunite sotto al marchio RECOOPER garantiscono più di 600 posto di lavori di cui quasi 200 a persone in condizione di svantaggio (ex legge 381/91).
Con i suoi proventi, la rete sostiene progetti sociali del proprio territorio: comunità e case di accoglienza, servizi di assistenza per persone con disagio psichico, minori, anziani, famiglie in difficoltà, stranieri e persone che hanno perso il lavoro.
Tutte le cooperative della rete sono in possesso delle certificazioni di qualità ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, sono iscritte alla White List presso la Prefettura; operano secondo un modello organizzativo e gestionale conforme al D.Lgs 231/01. 

ultimi progetti

Repair - REgional PArtnership for autonomy and Integration of Refugees

Un progetto che intende realizzare percorsi individuali di accompagnamento verso l’autonomia socio-economica in favore di 170 titolari di protezione internazionale individuati nelle 7 province del Veneto

Città Solare è beneficiario capofila e coordinatore delle attività dei partner del progetto Repair, che  consiste nella realizzazione di attività finalizzate all’inserimento dei destinatari nel mercato del lavoro regolare ed equamente retribuito